Mappe della settimana: conflitti in Libia, hypercities, Barack Obama

Hypercities. L’università della California-Los Angeles ha progettato una cartografia digitale dove è possibile sovrapporre le mappe storiche con i luoghi del presente in 20 città del mondo (Roma inclusa).

Moschee in Bahrain. Una mappa segnala i luoghi di culto sciiti demoliti dopo le proteste di piazza di marzo. Mostra immagini e video dei luoghi, anche prima della distruzione degli edifici.

Conflitti in Libia. Due mesi di battaglie sul campo tra le forze fedeli a Gheddafi e i ribelli nell’infografica dell’Associated Press. Indica anche un stima dei profughi. Una timeline racconta la storia di quarant’anni di dittatura in Libia.

Certificato di nascita. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha pubblicato il documento originale. Il suo nome completo è Barack Hussein Obama. Per mesi, soprattutto durante la campagna elettorale, gli avversari politici hanno sostenuto che il suo secondo nome fosse “Mohammad”. Politifact ha condotto un’indagine, dimostrando che il secondo nome non poteva essere “Mohammad”. Mancava ancora, però, il certificato di nascita.

Resistenza a Bologna. Un itinerario tra le strade e le piazze dei conflitti dopo il luglio del 1943.

Cartografie partecipate. Le mappe di Google diventano modificabili dagli utenti: in questo modo è più facile segnalare aggiornamenti.

(image credits: hypercities)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: