Giornalismo, Nasa, trasparenza locale: conti e racconti

Guide. Il quotidiano inglese Guardian mostra cosa significa fare giornalismo a partire dai dati e dalla loro visualizzazione. È un percorso in dieci punti. La prima imm

agine è una geniale infografica del 1856.

Reti sociali. Un social network per chi “lavora con i dati”. È un progetto canadese, BuzzData, per costruire una community online. Via Journalism.co.uk.

Comuni open. Faenza lancia la sua pagina con il bilancio. Utilizza una licenza iodl.

Terra e Universo. Anche la Nasa ha una vetrina con raccolte di dati che riguardano scienze della terra, satelliti e tempo spaziale. Da anni ha un progetto di mondo virtuale, Wind.

Trasparenza locale. Openlylocal è un progetto che riunisce le statistiche pubblicate dalle amministrazioni sul territorio (qui un elenco semplice ed elegante). È connesso con un’iniziativa simile sulle organizzazioni umanitarie (OpenCharities) e con le aziende (OpenCorporates): dichiarano di avere dati su 20 milioni di imprese.

Leggi i post su opendata da Wavu
Leggi le segnalazioni su open data da twitter

(image credits: openlylocal)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: