Fotografie online: le policy di condivisione nei social network

L’emittente inglese Bbc scrive un post per chiarire come utilizza le fotografie condivise nei social network. E dice che in situazioni di emergenza, come la primavera araba e le proteste a londra, ha impiegato immagini senza contattare gli autori, perché esiste “un forte interesse pubblico e un limite di tempo” . E osserva che alcune volte “non è possiible contattare le persone che hanno scattato la fotografia” anche perché “non vogliono essere contattate”, o ritengono che “sia troppo pericoloso tentare di stabilire un contatto”. Sono riflessioni che hanno alimentato un lungo dibattito nei commenti.

Di recente twitter ha abilitato la condivisione diretta delle immagini a partire dalla sua interfaccia. Nei termini di utilizzo (tos) specifica che gli utenti sono i proprietari dei contenuti, ma viene garantita la possibilità di distribuire le fotografie attraverso servizi di terze parti connessi con il social network. Nel caso di Facebook gli utenti sono proprietari delle immagini e ognuno può scaricare in blocco le sue fotografie. Vengono distribuite anche attraverso le applicazioni, secondo quanto mostrato nel pannello delle impostazioni di privacy rispetto a ogni singola app. Chi ha un profilo personale pubblico rende accessibili le fotografie a chiunque.

(image credits: bbc.co.uk)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: