La primavera araba soffia a Wall Street

Da giorni il movimento OccupyWallStreet richiama partecipanti al centro di New York e in altre città degli Stati Uniti. “È ispirato in modo esplicito, e modellato, sulle proteste di piazza Tahrir in Egitto”, scrive il Washington Post. Lo scorso finesettimana sono state arrestate circa mille persone vicino il ponte di Brooklyn. Per domani è prevista una marcia pacifica alle 4,30 del pomeriggio dove è prevista la partecipazione delle organizzazioni sindacali. A promuovere la partecipazione è, tra gli altri, il gruppo di attivisti MoveOn, attento all’evoluzione del dibattito politico su internet: ha preparato una raccolta di adesioni a partire da questa pagina web per domani (Oct5Rally.org).
Emergono le prime interpretazioni su OccupyWallStreet. Secondo Jeff Jarvis, giornalista e analista di media, è una “rivolta hashtag”: i manifestanti hanno aderito a una parola chiave ( #OccupyWallStreet) che ha iniziato a circolare nei social network. Ma non condividono un’agenda politica definita: condividono semmai la consapevolezza del fallimento delle istituzioni, portata alla luce dalla crisi economica che ha investito gli Stati Uniti dal 2007.

Qui la diretta su twitter

Qui le immagini

(image credits: jeff jarvis by flick)

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: