Le conseguenze dei social network online nei paesi in via di sviluppo

La Moldova è uno Stato minuscolo accanto alla Romania: nel 2009 una protesta nelle strade della capitale, Chisinau, è stata raccontata attraverso twitter. Poco dopo i giovani iraniani sono scesi nelle strade delle città per protestare contro i brogli elettorali. E l’eco delle manifestazioni attraverso twitter è arrivato sulle prime pagine dei quotidiani. A commentare i primi segnali di partecipazione ai social network è stato Evgeny Morozov, ricercatore all’università di Stanford. Che sulla primavera araba descritta spesso come “rivoluzione Facebook” scrive sul Corriere della Sera:

“Persino i più sognatori tra i cyber-utopisti sarebbero d’accordo nell’affermare che la cacciata dei dittatori da Egitto e Tunisia non sia avvenuta grazie a qualche particolare strumento digitale, quanto piuttosto sia stata la conseguenza di un insieme di concomitanze favorevoli, a livello politico, sociale e culturale. La tecnologia ha svolto sì un importante ruolo di mobilitazione, ma solo perché l’atmosfera era già propizia al cambiamento. Se la situazione politica sul campo fosse stata diversa, non è tanto difficile immaginare che i dittatori in Egitto e Tunisia sarebbero rimasti saldamente in sella – a dispetto di tutto l’attivismo di Facebook e Twitter – per continuare a spargere altro sangue di attivisti, come accadde in Iran nel 2009. Il fallimento della Rivoluzione verde in Iran non fu causato dallo scarso utilizzo di Twitter – tantissima gente era scesa nelle strade e nelle piazze anche senza il suo richiamo – ma dalle astute manovre del regime di Ahmadinejad”.

Poi osserva:

“Occorre capire se le nuove strutture decentralizzate che emergeranno prima o poi da questa politica virtuale saranno in grado di contenere o contrastare gli elementi estremisti o pro Mubarak anche dopo il rovesciamento del regime, quando la politica si sposta dalle strade alla cabina elettorale”

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: