Laboratori di open data e web 2.0

cyworldTaiwan ha coltivato negli ultimi anni un vasto ecosistema degli open data alimentato da una fitta rete di community, come racconta il Nieman Journalism Lab. Molte intuizioni delle piattaforme partecipative del web 2.0 hanno radici in Estremo Oriente. OhMyNews è stata la prima grande arena di giornalismo collaborativo: parte da Seoul dove già nella prima metà degli anni Duemila era elevata la diffusione della banda larga nella rete fissa e della telefonia mobile. In Corea del Sud affonda le radici anche uno spazio online che viene considerato il primo social network, Cyworld, dove gli iscritti potevano scegliere sfondi colorati per le loro pagine. Ha anticipato l’espansione verso i giochi e la musica di altre reti sociali su internet. Prima che i microblog decollassero erano già adoperate piattaforme simili in Giappone: Twitter era progettato fin dall’inizio per l’uso da smartphone e non a caso in terra nipponica ha trovato presto un ampio pubblico. La Cina ha la più grande popolazione del mondo anche sul web: la moneta digitale QQcoin utilizzata nella chat di QQ e poi in Qzone ha definito un punto di partenza imitato da molti social network. E per il social commerce è un vasto campo di sperimentazione.

(image credit: Cyworld)

Advertisements

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: