Sapere aude

Da piccolo la destinazione estiva per il mare era Metaponto. Ammiravo incuriosito i piatti decorativi con il profilo di un uomo e una scritta: il primo simbolo somigliava a un tempio greco, poi una U, una O con un trattino al centro, una A, una L rovesciata, ancora una O ma senza trattino, una lettera che somigliava a una P, poi una A e il simbolo di sommatoria che avevo visto sulla calcolatrice. Come avrei scoperto anni dopo era il nome in lingua greca di Pitagora (ΠUΘAΓOPAΣ). Insegnò anche a Metaponto dove morì. La terza mappa: la Basilicata.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: