Archive for the ‘data’ Category

La lente di Raw

ottobre 8, 2013

dd

Dal DensityDesign del Politecnico di Milano uno spazio per la visualizzazione dei dati: Raw è ancora una versione sperimentale alpha. Ne scrive Nathan Yau nel suo blog FlowingData.

(image credit: DensityDesign)

Alleanza per gli open data

settembre 20, 2013

Okf

La World Bank stringe un accordo con la Open Knowledge Foundation e l’Open Data Institute: avvieranno un progetto per diffondere la cultura dei dati aperti nelle nazioni in via di sviluppo. Il primo anno sarà finanziato con 1,25 milioni di dollari. Qui una raccolta di spazi digitali nel mondo che diffondono gli open data.

(image credit: Okf)

Data literacy e sport

agosto 6, 2013

800px-Nate_Silver_2009

Quando Nate Silver ha scelto di lasciare il New York Times ha sollevato discussioni: durante l’ultima campagna elettorale per la Casa Bianca ha previsto il vincitore in tutti i 50 Stati degli Usa. Non ha avuto bisogno di gadget magici. Duro lavoro, dati, software, capacità analitiche sono stati alcuni ingredienti dei risultati che ha raggiunto. Il suo blog sul quotidiano, FiveThirtyEight, aveva richiamato un’ondata di traffico online. Ma dopo le elezioni Silver non ha trovato strade adatte alla sua visione. E forse non aveva voglia di aspettare l’anno prossimo per tornare a lavorare. Così ha scelto di trasferirsi al network Espn dove ha in pratica carta bianca e dove potrà dedicarsi anche alle statistiche sportive. Che magari saranno una porta di accesso per il grande pubblico a una data literacy evoluta.

(image credit: randy stewart by Wikimedia Commons)

Dati e open data

luglio 23, 2013

faoVisualising Data ha pubblicato una raccolta di link collegati a portali di open data e ad altre piattaforme di accesso ai dati: sono utili per giornalisti, designer e cittadini. È un primo passo nell’esplorazione di un’area in rapida espansione dove la partecipazione del pubblico online alimenta una filiera di applicazioni software.
Inoltre un’ampia collezione di mappe tematiche e di fotografie è negli scaffali digitali di Data.fao.org.

(image credit: Fao)

L’evoluzione di Data.gov

luglio 16, 2013

nextArriva online il prototipo di Next.Data.gov: è il prossimo portale di open data degli Stati Uniti e sarà gradualmente operativo. Ha fatto da apripista per altri progetti di dati aperti.
Sul blog della Casa Bianca scrivono che è una primissima versione beta.

(image credit: White House)

 

Unione europea, trasparenza, open data: conti e racconti

maggio 19, 2013

europaUnione europea. Evoluzione del portale lanciato alcuni mesi fa. Include il collegamento ai dati dell’Agenda Digitale Europea e una visualizzazione delle aree protette in Europa.

Open data e trasparenza. Il podcast della trasmissione di Radio3 Scienza sul tema “Città aperta”.

Ricerche. Uno studio dell‘Oddc sull’impatto dei dati aperti nelle nazioni emergenti.

(credit: European Union Open Data Portal)

Open data: App4Mi e Data Journalism School

maggio 9, 2013

app4miMilano. Il Comune vara App4Mi: è una competizione per usi creativi degli open data.

Data Journalism School. Lanciata da Istat e Fondazione Ahref. È disponibile una borsa di studio.

(image credit: App4Mi)

Una vita in numeri

maggio 6, 2013

rogers Simon Rogers ha appena lasciato il suo lavoro al Guardian per diventare data editor di Twitter: il social network muove anche in direzione di una maggiore centralità delle news grazie a 200 milioni di utenti attivi e alla sua capacità di diventare uno spazio globale di conversazione in diretta. Rogers ha raccontato la sua vita attraverso una rappresentazione di quantified self.

(image credit: Guardian)

Sette gruppi

aprile 4, 2013

bbc2Un’indagine della Bbc su un campione di 161mila persone in Gran Bretagna suggerisce il tramonto della divisione in classi “upper”, “middle” e “working”: emergono invece sette gruppi. Qui il class calculator per sapere di quale raggruppamento si fa parte.

(image credit: Bbc)

TecnoAfrica

marzo 28, 2013

africa2AfriTech è un aggregatore di news con un focus sull’hi-tech e sull’Africa. Leggerne gli articoli significa aprire una finestra su scenari piuttosto lontani dagli stereotipi tradizionali. Rivela una community curiosa, attenta al mondo, ai makers. AfricanSpending, invece, è il progetto di uno spazio per monitorare la spesa degli Stati nel continente.

(image credit: AfricanSpending)