Data journalism contro la povertà

Uno studio dell’Ifad segnala che in America Latina mancano i dati per comprendere la povertà sul territorio: le medie nazionali non raccontano le differenze locali. Da anni Esther Duflo, cofondatrice del Poverty Lab, ha dimostrato la necessità di avere informazioni accurate per valutare l’efficienza delle politiche di sviluppo nei Paesi emergenti, come spiega nel suo “Poor economics”, scritto con Abhijit Banerjee. È anche attorno al portale di open data in Kenya che una comunità di sviluppatori software, organizzata attorno a iHub, progetta applicazioni per l’agricoltura e la salute. Un giornalista, Gustavo Faleiros, ha in cantiere una piattaforma per raccogliere dal territorio le denunce di danni ambientali in Amazzonia che, altrimenti, non sarebbero rilevate, oppure resterebbero negli archivi: i dati raccolti diventeranno accessibili per rielaborazioni e inchieste sul campo.

(via Guardian. image credits: Open data Kenya)

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: